Naturalmente Belle

Numerose le socie presenti al corso di Cosmesi Naturale tenuto il 4 novembre dalla collega farmacista dott.ssa Cecilia Sava.

Questo indica una tendenza positiva da parte delle consumatrici nel voler scegliere consapevolmente il prodotto da applicare quotidianamente sulla pelle.

Cecilia ne ha giustamente sottolineato l’importanza, trattandosi di un gesto quotidiano atto a mantenere l’integrità e la salute della stessa, che e’ una notevole barriera protettiva per il nostro corpo e non va assolutamente trascurata.

Sono stati trattati principalmente i prodotti naturali, valutandone i pro e i contro; alcuni principi attivi molto utilizzati in dermocosmesi e relative azioni specifiche; diversi ingredienti verso cui prestare attenzione perché nocivi per la pelle e loro relativa azione tossica o di alterazione dell’equilibro della barriera idrolipidica. Quest’ultimo e’ il punto su cui si e’ giustamente concentrata l’attenzione delle presenti. Saper riconoscere in etichetta le sostanze nocive, infatti, e’ fondamentale per valutare la qualità del prodotto.

Va tenuto presente, come ha spiegato Cecilia, che bisogna pero’ fare attenzione all’ordine che va a scalare in concentrazione: un sostanza nociva presente come ultimo ingrediente difficilmente darà problemi ad una pelle sana, perché se ne trova solo una minima quantità.

Diversamente accade ad una pelle con problemi come eczemi o dermatiti. In quel caso la struttura della pelle e’ alterata e anche minime concentrazioni di prodotto possono penetrare e creare ulteriori irritazioni o reazioni avverse.

Per chi avesse di questi problemi consiglio di dare un occhio alla lista delle 26 sostanze allergizzanti sintetiche o naturali ( attenzione che non sono nocive solo le sostanze chimiche, ma spesso anche quella naturali, tra l’altro non sono soggette a normative a tutela del consumatore. In quanto naturali, appunto, sono ammesse ovunque senza particolari avvertenze: pensate solo a quanti prodotti per bambini contengono citronella o geraniolo che fanno parte dei 26 allergizzanti!).

La lista, in continua crescita, la potete reperire facilmente su internet.

Gli organi di competenza cercano, come si e’ detto, di tutelare il consumatore limitando messaggi promozionali fuorvianti, ma l’abile persuasione degli uffici marketing riesce spesso a “fregarci” lo stesso! Basti pensare ad una nota azienda che promuove il fatto che il suo prodotto e’ SENZA nichel, conservanti, profumo, glutine: si ma e tutte le altre sostanze nocive???

Quindi signore grazie a Cecilia che ci ha istruito a dovere fornendoci ottime informazioni con cui difendere la nostra pelle dai prodotti “poco seri” e complimenti per il suo lavoro con Dermohelix!

All’incontro e’ seguito un piacevole brunch leggero organizzato da alcune socie e contornato da molte chiacchiere tra amiche.

In occasione dell’iniziativa, come sempre, sono stati raccolti dei contributi liberi devoluti all’acquisto di materiale per il gruppo toddler della Scuola Italiana.

Giulia Coran

2017-03-28T18:43:47+00:00